Siamo sulle pendici del Vulcano, il Vulture, su quei fiumi di lava e cenere che oltre centomila anni fa eruttava verso valle.

Una distesa di ulivi secolari e vigneti fittissimi che creano un gioco di colori dolcissimi e rasserenanti.

Qui, nelle zone più alte, intorno ai 450 m sul livello del mare, nelle contrade più tipiche (Alto Vulture) alleviamo le nostre viti e nascono i vini della linea Macarico.
Circa 30 ettari, distribuiti in 5 comuni, nelle contrade più importanti della storia dell’Aglianico del Vulture.

Tutte le lavorazioni sono fatte nel pieno rispetto dell’ambiente, con quella passione che contraddistingue, da sempre, i nostri viticoltori.

Nascono così i nostri vini con l’ambizioso obiettivo di essere degni ambasciatori della nostra terra e dell’Aglianico del Vulture, vitigno difficile, ma generoso, tardivo nella vendemmia (novembre/dicembre), ma potente ed elegante per chi lo sa attendere!
L’affinamento avviene in grotte scavate nel tufo vulcanico, risalenti al 1600 e appartenute ai Padri Francescani, in un percorso meraviglioso, fatto di storia, tradizioni, uomini e amore!

E’ il racconto di un’amicizia: Rino Botte e Gerardo Giuratrabocchetti